15 modi per lavorare da casa e come garantirsi oltre 2000 euro al mese

15 modi per lavorare da casa e come garantirsi oltre 2000 euro al mese

Ormai il secondo millennio è iniziato da un bel pezzo e le tecnologie che prima promettevano di vivere in modo diverso ora stanno mantenendo le loro promesse.

Il sogno di lavorare da casa sta approdando nella realtà, l’innovazione ha posto i sui presupposti e Internet è lo strumento principe.

Sicuramente ti sei fatto un giro su Google per capire come stanno realmente le cose perché di metodi spacciati per geniali ce ne sono molti, peccato che siano solo parole. In alcuni casi l’indicazione è precisa ma deriva da un calcolo che non è nelle possibilità umane realizzarlo. Per capirlo bisogna provarlo, ed è successo a parecchi di svolgere delle attività da casa che non hanno mosso nulla, se non un po’ di polvere.

Per lavorare da casa e guadagnare bisogna saper cercare le giuste opportunità e non perdersi in quelle troppo dispersive.

In questo post OBIETTIVO.ME ti indicherà 15 modi per lavorare da casa che sono stati testati e che hanno portato ad un risultato reale.

Non ti aspettare di trovare delle soluzione rapide e immediate. Bisogna capire e poi approfondire. In taluni casi sentirai l’esigenza di approfondire gli argomenti, e non sarà difficile grazie alle indicazioni che vi diremo di seguire.

Molte delle soluzioni che ti racconto hanno a che fare con le predisposizioni del proprio carattere, sta a te decidere per quale vale la pena impegnarsi. Prenditi 4 minuti di tranquillità per leggere questo articolo e fallo fino in fondo, mi raccomando.

La guida è fatta di 4 grandi argomenti a cui sono legati sotto argomenti o lavori da casa, in totale sono 15 i metodi che abbiamo selezionato per voi.

Nella prima parte parleremo di Blog gestito da casa, poi ti spiegherò come funzionano le affiliazioni. I servizi sono l’anima di internet e vedremo come si vendono, ed infine parliamo anche di Instagram.

Tieni conto che di metodi ce ne sono tanti, ma ho voluto concentrarmi sono su quelli reali e non su altri che potrebbero farti perdere del tempo. Uno fra tutti sono i sondaggi, in teoria non c’è nulla di difficile ma se provi a farli per un mese, inscrivendoti a diversi siti, non so se arriverai a 10 euro. A quel punto meglio la proposta della Nielsen che ti da dei buoni spesa Amazon o altro, devi  semplicemente fargli vedere come usi il Pc, nient’altro. Anche in questo caso raggranelli 10 euro al mese, ma almeno non hai fatto proprio nulla, a patto di rinunciare alla tua privacy in un Pc.

Qui non citerò nemmeno il trading online poiché lo avrai letto in tutte le sale, più di guadagnare si tratta di sperare di guadagnare.

Bene, le premesse sono state affrontate tutte e non ci resta che iniziare.

Lavorare da casa è possibile con un blog

Lavorare da casa con un blog
Sono in tanti a lavorare da casa con un blog, ma per avere successo, devi diventare un esperto.

Se stai pensando che oggi fai il blog e domani hai già dei risultati evidenti, fermati perché non è così. I tempi “tecnici” ci voglio e i frutti non sono rapidi ma non ci vogliono mesi. Si tratta di una crescita graduale molto motivante.

I casi più emblematici sono quelli in cui persone di ogni estrazione hanno semplicemente comunicato una loro passione in maniera costante, ogni giorno, creandosi un seguito che li ha portati a valorizzare ben oltre i 2000 euro al mese.

Visto che di blog ce n’è un’infinita, ti starai chiedendo perché tu dovresti avere successo rispetto alla maggioranza che non è ha affatto.  La domanda è giusta ed è questo lo spirito per capire se le opportunità sono realistiche o solo chiacchiere.

Se avrai successo tutto dipenderà dal tuo impegno sospinto dalla tua passione. Il risultato è offrire un livello di qualità superiore agli altri. Questo è il modo.

E’ una cosa banale dirlo ma probabilmente ti fa capire che in internet le cose sono più semplici rispetto al mondo “reale“. Se produci delle scarpe cercherai di farle belle ed abbordabili rispetto al pubblico (target) a cui pensi possano piacere. Sono due le variabili da controllare, la qualità della scarpa ed il loro prezzo.

Le due caratteristiche sono legate. In tanti sono in grado di creare un blog gratis su Internet ma non tutti sono in grado di produrre contenuti di qualità attraverso si esso.

Non hai capito?

Immagina che per acquistare i tuoi clienti debbano passare per un corridoio prima di entrare in negozio ed acquistare. Il corridoio è Google, se il blog non è fatto con le caratteristiche che piacciono a Google quei clienti non verranno nel tuo negozio. Ecco cosa significa qualità.

Se ti stai chiedendo che è necessario una idea innovativa per poter far soldi, non sono d’accordo, è importante trasferire passione e quella ce la devi avere. Se pensi di non averla sbagli ancora, fai un esame delle tue preferenze, di ciò che cerchi per informarti, se sei una mamma la passione è la vita di tutti i giorni, se sei uno sportivo, o lo sei stato… Se ti piace un genere musicale o un tipo di film ecc..

Le visite al tuo blog generano i guadagni, e se ti stai chiedendo di quante visite hai bisogno per monetizzare la risposta più immediata è sopra i 500 visitatori al giorno, ma in realtà dipende da cosa si occuperà il tuo blog.

Più avanti te lo spiegherò nel dettaglio ma sostanzialmente il blog guadagna perché ci metti i banner, o perché aiuti a vendere un prodotto che segnali, o ancora se produci dei corsi online per venderli. Ognuno di questi tre casi dipendono dalla materia che tratti e dalla profondità che vuoi dare all’argomento. Ma in realtà vendi la tua passione ad un gruppo di persone che, come te, la condivide.

Come si fa un blog

Il primo passo è l’argomento che tratterai, e come dicevamo prima deve essere qualcosa che ti appassiona. Aspetta però, occorre che sia rivolto ad un target che apprezza queste informazioni, che tradotto significa che ne hanno bisogno.

Ti spiego una cosa su come funziona in generale Internet. Le persone sentono un’esigenza che riguarda un’informazione, digitano sulla barra delle ricerche di Google (ad esempio), usando delle parole sensate per loro e che dovrebbero servire ad individuare quei contenuti.

Google sa quante persone scrivono esattamente quella frase. Ora rispetto al tuo blog può succedere che il tuo argomento sia cercato da un certo numero di persone oppure no. Capita anche che il tuo argomento sia affrontato da tante persone, per cui ti perdi nella folla di articoli. Selezionare la nicchia giusta è un compito importante, procedi così.

Parti da te stesso, elenca degli argomenti che pensi possano piacere a te e quindi ai tuoi futuri “clienti“.

Ad esempio, potrebbe interessarti aprire un blog sulla cucina, oppure sulla salute e il benessere.

Vai su Google e scrivi frasi riferite a quegli argomenti. Sotto la barra c’è un numero (vedi immagine che segue) che ti dice quante pagine sono già dedicate a quell’argomento.

Come si fa un blog
Come si fa un blog: per capire se un argomento è molto cercato su internet comincia da Google

Il risultato indica che ci sono oltre 82 milioni di pagine che in qualche modo sono collegate al concetto di blog sulla cucina.

Ripeti la ricerca molte volte con parole diverse e prendine nota. La dove le pagine dedicate sono meno significa che c’è minor concorrenza.

Non è finita qui, ora dovrai capire la qualità della concorrenza. Entra nei siti della prima pagina di Google e verifica come trattano l’argomento. In base alla tua passione, sono articoli approfonditi? ne sai di più? fai le necessarie valutazioni per capire se è la giusta nicchia.

Dalle ricerche ottieni anche il cpc utile per capire quanto viene pagata la pubblicità da Google mediante il programma Google Adsense.

Monetizza con Adsense, Amazon, o i corsi online

Monetizzare con Adsense
Ci sono molti modi per monetizzare il proprio sito: uno di questi è con Adsense

Ora che hai scelto la nicchia cerca di capire come fare a monetizzare. Adsense è uno dei modi e riguarda i banner che in automatico Google inserisce. Per ogni click ti riconosce un tot. Devi aderire al programma e Google deve accettare, dopo breve i banner compariranno nel tuo sito.

Ci sono i programmi di affiliazione e quello di Amazon è il più famoso. In pratica si tratta di parlare di un argomento e verificare se nel market di Amazon ci sia un prodotto dedicato, come un libro, piuttosto che un prodotto di cui parli. Fai attenzione a questo passaggio. Non si tratta di televendita ma di creare un contenuto che aiuti il tuo utente ad approfondire il tuo argomento. Anche qui è semplice affiliarsi visitando il sito di Amazon. Oltre al più popolare e-commerce del pianeta esistono altre piattaforme, te ne cito una molto utilizzata che è quella di Clickbank.

I corsi online sono in netta crescita, se il tuo blog lo permette puoi dedicarti a creare dei corsi specialistici e venderli online.

Se il tuo blog è particolarmente apprezzato potrebbero chiederti di pubblicare articoli dedicati ad un prodotto o sito che per questo ti paga.

L’infoprodotto è un altro sistema in cui produci un corso o un vero prodotto e lo vendi tramite sito o nelle piattaforme che si occupano di tutto per te. Prima ti ho citato Clickbank e rappresenta l’altra faccia della medaglia. I suoi prodotti sono inseriti da chi nella rete li crea e li vuole vendere.

Puoi creare da te il tuo blog o farlo fare da specialisti. La scelta è tua, sappi che non ci sono grandi difficoltà, basta un po’ di tempo ed impegno. In ogni caso scegli un blog con la piattaforma di WordPress e vedrai che riuscirai a mantenere una qualità comunicativa e di scrittura all’avanguardia.

Appena creato inizia il bello. Devi scrivere, e fallo da subito senza perdere tempo. Fallo più che puoi, sappi che Google si accorge di te dopo 2/3 settimane e questo solo per indicizzarti, poi però devi mirare a scalare la classifica e questo è possibile solo aggiungendo contenuti, di continuo. Su questo aspetto voglio essere schietto, se non credi di poter generare articoli, specie nella prima fase, non cimentarti. Se invece ritieni che scrivere un articolo al giorno sia alla tua portata allora è la strada giusta.

Sei sui social network, posta i tuoi articoli li, genera traffico da quello che possiedi già.

Lavorare da casa offrendo servizi con Fiverr

Se cerchi in lavoro da freelance Fiverr ti può aiutare.I prodotti e servizi che vende (Gig) hanno un range di prezzo 5 a 500 €.

Su questa piattaforma puoi trovare prodotti e servizi di vario genere tra cui alcuni che potrebbero interessarti:

  • se sei un appassionato di scrittura perché non scrivere conto terzi
  • puoi descrivere i prodotti
  • scrivere lettere o mail
  • Tradurre se conosci bene un’altra lingua oltre l’italiano

e molti altri tra cui spulciare.

Basta registrarsi nei modi consueti, ormai tutti ti offrono l’alternativa Facebook o Google. La mail che ti arriva serve ad accreditarti. Quando sei dentro dovrai descrivere il tuo profilo, ed alla fine potrai pubblicare la tua offerta.

Dovrai attendere l’ok di Fiverr per il tuo annuncio, in genere è veloce. Tutto dipenderà dal servizio che offri e da come ti proponi. Magari all’inizio si muoverà solo qualche euro, ma se lavori bene i clienti ti rimangono attaccati.

Approfondisci qui: Come guadagnare da casa lavorando tramite Fiverr

Lavorare da casa sfruttando Instagram

Quando si cita questo social network in relazione al modo di farlo fruttare, viene in mente Chiara Ferragni che si è costruita un impero attraverso la sua immagine di regina delle fashion blogger.

Su Instagram si vendono i prodotti raffigurati nelle foto. Questo in estrema sintesi e per capirci subito.

Quando hai creato un tuo pubblico grazie alle stories di immagini, cerca dei prodotti che potrebbero piacere al tuo pubblico. Nulla di più. Per trovare dei prodotti ti puoi iscrivere a SnapFluences che unisce l’esigenza delle aziende di farsi pubblicità agli influencer di Instagram. Puoi provare anche Instabrand per lavorare direttamente come un influencer. In tutti e due i casi ci vuole una community all’altezza per numeri (500 seguaci) e qualità.

Se hai dei prodotti da vendere Instagram può essere un’ottima vetrina. Posti un immagine la gente la vede e se gli piace acquista.

Puoi attivare le affiliazioni anche su Instagram, ogni volta che qualcuno acquista un prodotto da te linkato in una foto, ti farà guadagnare dei soldi. Puoi affiliarti ad Amazon proprio come per il blog. Anche qui le piattaforme sono diverse, col tempo le scoprirai.

Si parte dalla passione che ti spinge a provare e riprovare fino a che non vedi i risultati, se non inizi sicuramente non succederà nulla. Di modi lavorare da casa ce ne sono diversi, in tutti occorre dedizione e metodo. Che sia un blog, o un servizio che vuoi vendere tramite una piattaforma online, sai che il Pc è il tuo riferimento principale. Oggi tutto passa dalla rete, dovrai sforzarti di provare e fare i tuoi test. Ciò che deve rincuorarti è che molti altri ci riescono ogni giorno ed il loro costo è il loro tempo e null’altro.

Write your comment Here